Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Presentazione del libro "Sull'isola (Na otoku)", racconti di Ivan Cankar in traduzione italiana

Data:

13/11/2018


Presentazione del libro

La raccolta di racconti di Ivan Cankar (1876-1918) uno dei più eminenti autori sloveni di cui quest'anno si celebra il centenario dalla scomparsa, verrà presentata dalla curatrice del libro Marija Mitrović, slavista e studiosa delle culture serba, croata e slovena e dal sociologo e scrittore Igor Škamperle.

I racconti di Sull'isola, tradotti per la prima volta in italiano da Paola Lucchesi e pubblicati da Editoriale Stampa Triestina, presentano un Cankar diverso, sconosciuto forse anche al lettore sloveno. Si tratta di una scelta di prose, tratte da diverse raccolte dell'autore, scritte tra il 1899 e il 1913, nelle quali si riflettono alcuni fenomeni e problemi universali che non sono caratteristici solo dell'ambiente da cui proviene lo scrittore, bensì, come nei veri classici, che affliggono anche noi oggi, noi che non siamo necessariamente legati all'epoca di Cankar e al luogo in cui viveva. Un autore moderno dunque, che da un lato ricorda Gogol', Čechov, Kafka ma, come fa notare nella prefazione Maria Mitrović, molto vicino anche alla prosa dello scrittore serbo Danilo Kiš e alla sua Enciclopedia dei morti.

Marija Mitrović, già professore ordinario di slavistica prima a Belgrado (fino al 1993) e poi presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Trieste, ha pubblicato una storia della letteratura slovena dal medioevo ai giorni nostri (Pregled slovenačke književnosti, 1995; rielaborato e tradotto in tedesco come Geschichte der slowenischen Literatur, Klagenfurt, 2001), oltre che un centinaio di saggi scientifici che riguardano il campo della letteratura e cultura serba, croata e slovena. Ha curato vari libri sull’immagine della città di Trieste nella cultura e letteratura serba: Sul mare brillavano vasti silenzi (Trieste 2004), Svetlost i senke. Kultura Srba u Trstu, (Belgrado 2007) e Cultura serba a Trieste (Argo, Lecce 2009).

Igor Škamperle, sociologo, scrittore e alpinista sloveno, si è laureato in letteratura comparata e sociologia della cultura nel 1990 all'Università di Lubiana. Ha continuato gli studi a Perugia e a Firenze, occupandosi dei cambiamenti sociali e culturali nell'età rinascimentale e del pensiero cosmologico di Giordano Bruno. Dal 1999 è docente di sociologia della cultura alla Facoltà di sociologia dell'Università di Lubiana. La sua opera scientifica più importante è Magična renesansa (Il Rinascimento magico), nella quale affronta la corrente magico-mitologica del Rinascimento europeo, analizzando le ragioni e i modi del suo tramonto con l'avvento del classicismo. Škamperle è anche scrittore. I suoi romanzi principali sono Sneg na zlati veji (La neve sul ramo dorato, 1992, ristampa nel 2018) e Kraljeva hči (La figlia del re, 1997).

Informazioni

Data: Mar 13 Nov 2018

Orario: Dalle 18:00 alle 19:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura in Slovenia

In collaborazione con : ZTT-EST

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Breg 12, Lubiana

Autore:

Ivan Cankar

1222